Irlanda in auto: tra laghi, monti e cliffs nelle contee di Galway, Clare e Mayo

Il modo più semplice per raggiungere l’Irlanda è sicuramente arrivare in aereo a Dublino. Noleggiare un auto è particolarmente economico ed è senz’altro il modo migliore per muoversi liberamente, formandosi ogni volta che si scopre un paesaggio mozzafiato per viverlo a pieno. La guida a sinistra non è poi così difficile, in pochi minuti ci si abitua; nelle strette stradine interne bisogna però restare sempre attenti visti i limiti di velocità elevati (molto spesso 100km/h su stradine di campagna).
Da Dublino ci dirigiamo subito verso Cong, prima tappa del viaggio.

Cong, tra i laghi Mask e Corrib

Il percorso da Dublino a Cong è molto piacevole, specie se si percorrono le strade minori che passano per piccoli paesini e caratteristici prati delimitati dai muretti in sassi.
Poco prima di arrivare a Cong facciamo una tappa a Ballycurrin, per arrivare sulla sponda dell’immenso lago Corrib (il secondo lago più grande d’Irlanda), dove ammiriamo i resti di un piccolo faro.

Il resto della giornata lo passiamo nell’incantevole villaggio di Cong, situato tra i laghi Mask e Corrib. La prima cosa che notiamo sono i resti dell’antica abbazia e, dal giardino di questa, scopriamo un grande parco in cui ci perdiamo a camminare incantanti per ore. Gli alberi qui hanno forme spettacolari, e il meteo nebbioso contribuisce a rendere il tutto ancora più suggestivo.

Camminando nel parco ci imbattiamo anche nella Monk’s Fishing House, una piccola casetta sul fiume utilizzata in passato dai monaci per pescare, e nella Guinness Tower, costruita da Benjamin Guinness nel 1864.


Verso sera facciamo poi un ultima passeggiata verso le sponde del lago Mask, godendoci gli ultimi minuti di luce prima di dirigerci verso il b&b Lakeland House dove passeremo la notte ad un prezzo veramente economico.

Connemara e Galway

Il giorno successivo ripartiamo subito, lasciando la Contea di Mayo, in direzione del Killary Fjord. Il percorso è una cosa indescrivibile, e ci costringe a fermarci ogni 5 minuti per scattare foto.
Siamo immersi in una natura spettacolare, e vogliamo godercela il più possibile. Da Cong sarebbe stato molto più semplice andare direttamente a Galway anziché raggiungere il fiordo, ma fidatevi che i paesaggi che si incontrano in queste strade che attraversano il Connemara meritano assolutamente di essere visti.

Arrivati al fiordo finalmente vediamo l’Oceano! Anche se da qui sembra molto più piccolo dei vari laghi che abbiamo incontrato. Per vederlo davvero dobbiamo aspettare il pomeriggio, quando ci spostiamo verso Bohoona East, dove dal porto possiamo ammirare l’Oceano Atlantico.

Da qui in poco tempo raggiungiamo Galway, che giriamo interamente a piedi incuriositi dalle bancarelle del mercato.

Galway è una delle città più grandi d’Irlanda, e quindi l’aria che si respira è ben diversa da quella che avevamo appena vissuto nel parco nazionale del Connemara. In ogni caso, una tappa qui è d’obbligo.
La città è attraversata dal fiume Corrib, che parte dall’omonimo lago che abbiamo visitato il giorno precedente a Cong.

Cliffs of Moher, nella contea di Clare

Nel tardo pomeriggio riprendiamo l’auto per dirigerci verso Doolin, nella contea di Clare. Inizia a fare buio e si alza una nebbia fittissima, che ci fa raggiungere più tardi del previsto il b&b che avevamo prenotato.
Il paesaggio così avvolto dalla nebbia risulta qualcosa d’inquietante: solo raramente intravediamo nella nebbia la luce di qualche casa solitaria.
Arrivati al b&b Ocean View però ci rilassiamo subito: i proprietari sono gentilissimi, e la camera è a dir poco fantastica! Ormai sono le 19:00, quindi ci dirigiamo di corsa verso un Pub a Doolin che ci hanno consigliato i gestori del b&b per mangiare qualcosa, visto che ormai per le abitudini del luogo è già tardi.
In questo pub è un punto di ritrovo per i musicisti della zona, che ci allietano la serata suonando canzoni tradizionali irlandesi seduti al tavolo, creando una bellissima atmosfera.
La mattina seguente ci svegliamo nella nostra stanza e, dall’enorme finestra, ci rendiamo conto di dove siamo finiti: abbiamo l’oceano fuori dalla finestra! Ed è una bellissima giornata di sole!!

Felicissimi andiamo nella stanza comune dove ci aspetta la colazione, che è anche questa letteralmente fantastica! Ci prendiamo la responsabilità di consigliarvi di venire a dormire in questo posto se avete intenzione di visitare le Cliffs of Moher, merita davvero.
I proprietari ci consigliano di lasciare l’auto parcheggiata da loro e dirigerci a piedi verso le Cliffs: infatti, il sentiero che percorre la sommità delle scogliere, alte oltre 200 metri, inizia pochi metri dopo il bed & breakfast.


Siamo felicissimi di essere in questo angolo di paradiso in una giornata così perfetta! Passiamo tutta la giornata a camminare, fare foto, rilassarci con una vista da sogno. Dover tornare a Dublino la sera è proprio un dispiacere…

Mappa

Questo è la strada che abbiamo percorso (partendo e tornando a Dublino).

Condividi :

Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook

Canale Youtube

Hai già visto gli ultimi video sul nostro canale? Iscriviti per restare sempre aggiornato. Presto arriveranno altre avventure!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More Adventures

Il flusso

Liberare la mente da ogni cosa. Lottare intensamente per raggiungere l’unica cosa veramente importante nella vita: la felicità.  Senza dubbio questo è il più nobile

Sono davvero felice?

Sono davvero felice? Questa è una domanda che mi sono posto spesso e, forse anche a causa degli anni che piano piano avanzano, ora la risposta mi sembra sempre più chiara. Certo, spaventa molto fare il grande passo per uscire dal recinto in cui abbiamo sempre vissuto.